Fiorentina, Jovetic saluta: ”Ciao Firenze, la Juve grande possibilità per me”

Stevan Jovetic (getty images)

 

Tramite le pagine della Gazzetta dello Sport, l’attaccante della Fiorentina Stevan Jovetic saluta la squadra viola e si proietta verso la Juve: ”Non voglio pronunciare la parola fine, non mi piace. Vorrei invece che di me a Firenze avessero sempre un’immagine positiva. E’ li che sono diventato Jo-Jo, un soprannome affettuoso. Lo stesso sentimento, unito alla riconoscenza, che provo io. Sono alla Fiorentina dal 2008, cinque stagioni intensissime. Sento davvero di aver dato tutto, di non avere altro da offrire e trasmettere agli altri. Sono giovane e ambizioso, è normale che possa sentire il bisogno di misurarmi altrove. Non credo ci sia nulla di male nel desiderarlo, e non faccio come altri che fanno casino dietro e poi non si espongono. Firenze e i tifosi viola mi hanno sempre chiesto di metterci la faccia: eccola. Ho bisogno di stimoli altrove, ho bisogno di consacrarmi in un top club. La Fiorentina mi ha portato a partecipare in Europa, ora in Europa vorrei provare a vincere. A Firenze sono arrivato da ragazzino e me ne vado da uomo, e anche, permettetemelo, da calciatore affermato, dunque grazie a tutti. Quando sono arrivato mi hanno detto che ero il piccolo Baggio. Come lui mi sono infortunato gravemente quando ero a Firenze. E allora, non dico come lui, ma quasi, mi piacerebbe essere riaccolto. Firenze resterà nel mio cuore, ora però sento di dire addio, anzi arrivederci. La Juventus? Da un anno mi cercano, dicono che vogliono me, che nella loro lista vengo prima di Ibra, Tevez e Higuain. Chi non sarebbe lusingato? Io lo sono, e non credo sia un tradimento ammetterlo. Conte? Con uno come lui sento che potrei crescere ancora. La stima è reciproca”.

Marco Orrù