Londra: l’Ecuador sostituirà l’ambasciatrice per risolvere il caso Julian Assange

Julian Assange (GEOFF CADDICK/AFP/GettyImages)

Secondo una notizia diffusa dal quotidiano britannico The Independent, l’ambasciatrice che attualmente gestisce la sede diplomatica ecuadoregna a Londra verrà presto sostituito. Ana Alban, questo il nome della delegata dell’Ecuador attualmente di stanza nella capitale inglese, verrà rimpiazzata da una figura ancora non nominata per via della gestione della controversa questione relativa alla presenza del ricercato Julian Assange all’interno dell’edificio.

Alban verrà richiamata presto a Quito, secondo l’indiscrezione fornita al The Independent, dati i rapporti ormai logori tra la donna e l’esecutivo nazionale dall’inizio della discussa vicenda che ha portato il fondatore di Wikileaks a chiedere asilo politico all’Ecuador.

Colui o colei che sarà chiamato a rimpiazzare la diplomatica dovrà escogitare nel breve periodo una formula per indurre Assange ad abbandonare amichevolmente la sede dell’ambasciata, dato che la questione sta creando alle relazioni internazionali di Quito non pochi problemi.

Un annuncio risalente alla settimana trascorsa, inoltre, ha prospettato una visita a Londra del ministro degli Esteri ecuadoregno Ricardo Patino. Non a caso sarebbe stata scelta come data per l’arrivo di Patino l’anniversario dell’ingresso di Assange in ambasciata. Il ministro, una volta giunto sulla più grande delle isole britanniche dovrebbe incontrare anche William Hague, l’uomo del governo Cameron con delega agli Esteri.

 

Redazione online