Vertice sul lavoro, le parole dei ministri Giovannini e Saccomanni in conferenza stampa

Il ministro Saccomanni in conferenza stampa (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

Al termine del vertice sul lavoro tra Italia, Spagna, Germania e Francia, il ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni intervenendo nella conferenza stampa a Palazzo Chigi, ha sostenuto che i quattro Paesi hanno “confermato l’impegno a restare nell’ambito delle strategie di consolidamento fiscale, precondizione importante per una crescita sostenibile”. Il ministro ha anche aggiunto che l’incontro vuole “dare un segnale di forte attenzione per il ritorno alla crescita delle nostre economie e per una efficace e seria lotta alla disoccupazione giovanile, problema che c’e’ in tutta Europa”.

Ha detto ancora Saccomanni: “C’é stato consenso nel trovare nuovi canali di finanziamento alle Pmi che vadano verso strumenti a medio termine e un’idea interessante è la possibilità per le Pmi di mini bond o obbligazioni a caratteristiche semplificate garantite da intermediari o dallo stato o iniziative internazionali usando risorse della Bei”.

Poi ha reso noto “il forte consenso” sulla necessità che “la Bei, che ha avuto un aumento di capitale di 10 miliardi di euro l’anno scorso, utilizzi in maniera anche innovativa” questi fondi, “moltiplicando la base di capitale fino a un massimo che può arrivare anche a 60 miliardi per finanziare soprattutto le Pmi, l’innovazione e l’investimento e che abbia come obbiettivo il riassorbimento della disoccupazione realizzare in tempi brevi”.

In conferenza stampa è intervenuto anche il ministro del Lavoro Enrico Giovannini, affermando che per sostenere la creazione di lavoro occorre “un miglioramento della partnership tra pubblico e privato. Un impegno così forte non può esser fatto solo dal settore pubblico”.

Redazione online