Epifani: il governo spieghi come agire su Imu e Iva, il Pdl non superi il limite

Guglielmo Epifani (getty images)

Il segretario del Pd, Guglielmo Epifani, è intervenuto nella diatriba su Imu e Iva che sta agitando da qualche giorno le acque della politica italiana, e soprattutto il governo Letta. Il governo “spieghi una volta per tutte su quale cifra si può contare, e poi dica al Paese come sceglie di agire su Imu e Iva“, ha detto Epifani in un’intervista al Messaggero. Il segretario del Pd ha quindi chiesto al governo anche “di accelerare i tempi di attuazione per la cassa integrazione in deroga“. Stessa cosa “vale anche per la restituzione dei crediti alle imprese: con la crisi attuale, far passare troppo tempo è un assoluto controsenso“.

In merito alle discussioni su Imu e Iva, di cui una consistente parte politica, soprattutto il Pdl, chiede l’abolizione della prima imposta sulla prima casa e la cancellazione dell’aumento dell’aliquota della seconda, che scatterà automaticamente il primo luglio prossimo, Epifani ha affermato: “Capisco che la situazione è peggiore di quella prevista: basta vedere i dati della produzione industriale. Ma c’è un punto dal quale non si sfugge: voglio sapere dal governo quali sono le somme disponibili“. “Voglio sapere se Saccomanni parla a nome del governo” – quando rilascia dichiarazioni sull’aumento dell’Iva e sull’Imu sulla prima casa, ha sottolineato Epifani.

Riguardo agli interventi di alcuni esponenti del Pdl, in polemica con alcuni ministri del governo, il segretario del Pd ha detto: “Non mi piace che ci sia qualcuno che sostiene il governo e qualcun altro che fa l’opposizione. Questo film l’abbiamo già visto nella fase finale del governo Monti e non vogliamo replay”. “Lo dico gentilmente al Pdl – ha aggiunto -: c’è un limite oltre il quale non si può andare”. “Dal canto suo Epifani ha confermato l’appoggio del Partito Democratico a Letta e per mentire ogni dubbio sulle questioni fiscali ha precisato: “Anch’io non voglio che aumenti l’Iva, perché si scarica sui commercianti. Voglio che l’Imu sia tolta per le fasce medio-basse e che ci sia un pacchetto forte di risorse per l’occupazione giovanile. Non esiste un partito della spesa e uno delle tasse”.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan