I pagliacci chiedono di non essere paragonati a Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi
Il leader dell’opposizione tedesca definisce Silvio “un pagliaccio”. Gli artisti circensi tedeschi insorgono: “i pagliacci hanno talento”.

“Silvio Berlusconi è un pagliaccio”: la polemica dichiarazione del leader dell’opposizione tedesca Peer Steinbrück ha offeso anche i pagliacci, che hanno preso le distanze dall’ex primo ministro italiano.

“Un pagliaccio del circo non è uno stupido che si può mettere allo stesso livello di Berlusconi” ha detto all’agenzia DPA Bernhard Paul, direttore del circo Roncalli di Colonia e famoso pagliaccio per 36 anni. “È una professione onorevole, difficile, che richiede sensibilità e talento artistico”.

Paul ha inviato una lettera a Steinbrück esprimendo il suo fastidio per il fatto che il candidato socialdemocratico alla cancelleria utilizzi la professione del pagliaccio per “insultare i politici di dubbia credibilità”.

Anche l’ottantenne Oleg Popov, star russa del mondo dei clown, si è offesa per il paragone. “Un pagliaccio può essere chiamato tale soltanto quando può recitare in un teatro o in un circo e riesce a dare allegria alla gente. Se non lo fa, io piuttosto lo chiamerei cialtrone”, ha riferito al quotidiano Tz di Monaco.

Fonte: www.cadoinpiedi.it