Milano: 3 persone protestano arrampicandosi sulla torre dell’ospedale Fatebenefratelli

Ospedale Fatebenefratelli, Milano (Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

Una protesta estrema sta avendo luogo oggi all’ospedale Fatebenefratelli di Milano, dove tre persone si sono arrampicate sulla torre che sovrasta l’edifico. Si tratta di due infermieri impiegati nella struttura e di un sindacalista: tutti e tre hanno deciso di manifestare il loro dissenso in relazione al rischio di chiusura del reparto di Pediatria all’interno del comparto Macedonio Melloni.

Dalla torre alta< 30 metri circa, gli infermieri hanno chiesto garanzie alla dirigenza dell’ospedale ed hanno fatto sapere di voler scendere solamente quando riceveranno risposte concrete in merito al reintegro del reparto e della loro completa situazione lavorativa.

Queste le parole pronunciate dal sindacalista Riccardo Germani dell’USB: “I Lavoratori non hanno avuto alcuna risposta, ma sono determinati ad andare avanti. Da qui non scendiamo, vogliamo che il Direttore Generale, Dr. Giovanni Michiara, ci dia risposte concrete sui tempi sulla riapertura della Pediatria nel Presido Ospedaliero Macedonio Melloni; accorpamento di reparti e conseguente chiusura di altri; sospensione delle quote di incentivazione per tutto il personale”.

“Risulta incredibile che, in un momento di crisi come quello che i cittadini stanno attraversando, l’amministrazione, in maniera unilaterale, chiuda reparti strategici come la Pediatria e penalizzi la Chirurgia Generale e l’Urologia, allungando così i tempi di attesa. Scelta che penalizza sia gli utenti sia i lavoratori che, con stipendi ormai bloccati da anni, avranno la sospensione della quota di incentivazione della produttività”, hanno sentenziato dall’USB.

 

Redazione online