Mario Draghi: “La politica della Bce sarà ancora accomodante”

Il presidente della Bce, Mario Draghi (Getty Images)

Nel corso di una conferenza stampa, il presidente della Bce Mario Draghi ha sostenuto che ci sono “prospettive per una ripresa economica più avanti nell’anno” e nel corso del prossimo anno. “A sostenerla” – ha proseguito Draghi – “dovrebbe essere la politica monetaria accomodante della Banca centrale,che resterà così fino a quando sarà necessario”. La politica della Bce sarà accomodante “per un periodo protratto”.

Secondo il numero uno dell’Eurotower, “i rischi per le prospettive economiche dell’eurozona continuano ad essere orientati al ribasso”, dunque “a pesare potrebbero essere una domanda interna e globale più debole del previsto, e una lenta o insufficiente attuazione delle riforme da parte dei governi”.

Durante la conferenza, tenutasi al termine del consiglio direttivo, Draghi ha anche affermato che la Bce “monitorerù tutte le informazioni che arriveranno” e che “le pressioni sui prezzi resteranno basse a medio termine”. Secondo il presidente del maggiore istituto di credito europeo, infine, i prezzi saranno soggetti a volatilità.

Redazione online