Indonesia: ressa dopo verdetto dell’incontro di boxe, 18 morti

Pugile indonesiano in azione (Suhaimi Abdullah/Getty Images)

Sarebbe di 18 persone morte e una quarantina ferite, il bilancio di una ressa scatenatasi ieri nella Papua indonesiana al termine di un match di boxe. Tra loro ci sarebbero dodici donne. A riferirlo un portavoce della polizia, che ha spiegato come il caos si sia scatenato in seguito alle violenze fatte scoppiare da supporter in collera per la sconfitta del loro beniamino.

All’incontro organizzato nella città di Nabire, stavano assistendo circa 1.500 persone. Nel momento in cui la giuria ha assegnato la vittoria del match al pugile di casa Alfius Rumroken, che si era battuto contro Yulianus Pigome, alcuni degli spettatori presenti hanno cominciato a lanciare sedie sulla folla, costringendo centinaia di persone a precipitarsi verso l’uscita, per cui, come ha spiegato la polizia, “molti sono stati calpestati”.

L’effetto imbuto provocato dalla calca ha reso insostenibile la situazione, provocando la strage; la polizia ha reso noto che nella palestra in cui si è svolto l’incontro, gli spettatori erano stipati all’inverosimile.

Redazione online