Il New York Times elogia l’intraprendenza del Maxxi Museo di Roma

Mostra di Vezzoli al Maxxi Museo di Roma (Getty images)

La giornalista Elisabetta Povoledo ha dedicato un articolo al Maxxi museo di Roma pubblicato oggi dal quotidiano americano New York Times e nel quale il nuovo museo di arte contemporanea di Roma viene elogiato: “E’ abbastanza difficile essere una nuova attrazione in una città in cui devi competere con i capolavori dell’antichità, del Rinascimento e del Barocco. Ma il Maxxi affronta sfide sempre più grandi: attrarre pubblico romano e conquistare una reputazione sulla scena internazionale”, scrive la giornalista che ha poi riportato alcuni brani di un’intervista al Presidente della Fondazione Maxxi Giovanna Melandri.

La Melandri, come sottolinea Adnkronos, ha illustrato le nuove strategie del museo: tra cui quelle di avviare iniziative per attrarre visitatori e di puntare alla creazione di una grande istituzione per la creatività contemporanea: “Il nostro obiettivo è diventare un hub della creatività contemporanea e metterci in rete con le altre istituzioni culturali italiane e internazionali”, ha dichiarato la Melandri.

Tra le varie iniziative, la Melandri oltre ad avere presentato le attività svolte nel museo, come incontri, musica dal vivo e rassegne di cinema che contribuiscono ad essere il “core business” dell’attività del museo, ha anche evidenziato il fatto che attualmente il Maxxi propone sei mostre in contemporanea.
Rispetto ai finanziamenti alla cultura, la Melandri avrebbe poi concluso come l’obbiettivo strategico del museo sarà quello di “costruire in Italia una istituzione culturale sostenuta sia dal pubblico che dai privati”

Sul tema, la Povoledo ha illustrato le varie proposte in cui si mescolano il settore pubblico e quello privato. Tra queste: la cena per di fund-raising per finanziare la mostra attualmente in corso di Vezzoli come pure le sponsorizzazioni di Ermenegildo Zegna ed Eni per l’installazione di Lucy e Jorge Orta.

Redazione

Leggi l’articolo in inglese sul New York Times: Italy’s Artistic Upstart, the Maxxi Museum, Strives to Make a Splash