Venezia, Procura apre fascicolo su moria di pesci: ipotesi sversamento sostanze inquinanti

Venezia (screenshot youtube)

Domenica scorsa, il Comune di Venezia aveva messo in opera una vera e propria task force per la ripulitura dei canali della Laguna, a causa di un’infestazione di alghe e di una moria pesci che avevano infestato le acque della laguna, rilasciando cattivi odori.
Sebbene l’Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto (Arpav) abbia diramato una nota ieri in cui spiegava che la moria di pesci “è verosimilmente dovuta allo sviluppo anomalo di alghe dei generi Ulva, Gracilaria e Agardhiella”, oggi la procura di Venezia ha aperto un fascicolo d’inchiesta sulla moria di pesci.
Infatti, stando a quanto riporta l’Ansa, per scartare l’ipotesi che la mancanza di ossigeno possa essere stata provocata dallo sversamento di sostanze inquinanti, il sostituto procuratore Giorgio Gava ha richiesto una serie di prelievi delle acque per chiarire la vicenda.

Redazione