Corea del Nord: parata militare per il 60° anniversario dell’Armistizio

60° anniversario della firma dell'armistizio, Parata militare Nord Corea (Getty images)

La Corea del Nord mette in scena una spettacolare parata militare per festeggiare il 60° anniversario della firma dell’armistizio che mise fine alla Guerra delle due Coree (1950-53).

In piazza Kim Il-sung, a Pyongyang, una marcia di soldati e il dispiegamento di mezzi militari pesanti, missili compresi, hanno mostrato il volto di uno stato che aumentando le spese militare al 16% del bilancio statale sta lentamente riducendo la popolazione alla fame. Uno schieramento di forze armate che conta 1,2 milioni di effettivi, le quarte al mondo per grandezza, sottolinea Adnkronos.

Sul palco della parata erano presenti il leader nordcoreano Kim Jong-un e l’illustre ospite Li Yuanchao, il vice presidente cinese .
Nel suo discorso di apertura della parata, Choe Ryong-hae, uno dei componenti del Partito dei Lavoratori e stretto collaboratore di Kim, ha commentato che l’anniversario si rivela il giorno dell’orgoglio e dell’unità intorno alla leadership.
Un “monito ai nemici: la realtà dimostra che, se si cerca la pace, ci si deve preparare per la guerra”, ha sottolineato Ryong-hae che ha poi strappato gli applausi della folla quando ha aggiunto che sebbene la pace sia una priorità, “l’esercito deve essere pronto a rispondere a un’invasione”.

Da parte sua il leader nordcoreano Kim Jong-un è stato acclamato dai militari e dai civili che hanno omaggiato il leader augurandoli un “lunga vita” seguito da frasi quali “Kim Jong-un siamo pronti a morire per te”.

In merito alla situazione diplomatica reale, al momento il Corea del Nord avrebbe cercato dei colloqui diretti con gli Stati Uniti, dopo una serie di provocazioni scaturite dal recente lancio di un razzo e di un test nucleare. “Nessun atto concreto” avrebbe invece ribadito il segretario di Stato Usa, John Kerry.

Redazione