Niente Supercoppa per Mauri: giudizio d’appello sospeso

Stefano Mauri (Getty Images)

A Stefano Mauri e alla società Lazio sono state disposte ulteriori attività di indagine e accertamento relative alla posizione del centrocampista dalla Corte di Giustizia federale al termine del processo d’appello sul calcioscommesse per le presunte combine di Lazio-Genoa e Lecce-Lazio del maggio 2011. Il centrocampista non potrà giocare la Supercoppa italiana contro la Juve visto che nell’attesa vale la squalifica di 6 mesi comminata dalla Disciplinare.

In particolare, in merito ai ricorsi di Mauri contro la squalifica a sei mesi inflitta in primo grado, della Lazio contro l’ammenda di 40 mila euro e del Procuratore federale contro la congruità delle sanzioni ai due soggetti, la Corte con un’ordinanza interlocutoria ha ”sospeso ogni definitiva decisione in punto di rito e di merito” e ”ritenuto che, allo stato degli atti, appare necessario approfondire alcune emergenze istruttorie” ha disposto ”ulteriori attività di indagine e di accertamento, a cura di questa stessa Corte, anche mediante audizione personale dei soggetti di interesse, secondo apposito calendario e con garanzia del contraddittorio delle parti”.

Redazione online