Regno Unito: a Manchester tifoserie di calcio contro l’omofobia

Manifestazione contro omofobia (TED ALJIBE/AFP/Getty Images)

Nel mondo del calcio, si sa, il culto diffuso del virilismo e machismo rende difficile l’accettazione dell’omosessualità, tra sportivi così come tra tifosi. Proprio su questo terreno intende agire l’associazione Football Fans v Homophobia, formatasi nel Regno Unito con l’intenzione di sconfiggere l’omofobia tra le tifoserie inglesi ed europee. Un’impresa ardua ma ben strutturata, tanto che proprio oggi a Manchester – la patria del Manchester United e del Manchester City – si sta svolgendo un meeting con annessa conferenza stampa per presentare il progetto.

La speranza degli organizzatori è quella di sensibilizzare le tifoserie perché abbandonino atteggiamenti discriminanti nei confronti di gay, lesbiche e transessuali accogliendo queste categorie tra le loro fila.

Eloquenti le parole della rappresentante dell’associazione, Louise Englefield: “La comunità LGBT possiede un ampio contingente di tifosi di calcio che si lamenta di come gli argomenti dell’omofobia sono spesso ignorati”. La stessa Englefield ha fatto sapere che questo organizzato a Manchester è un grande evento per gli LGBT appassionati di calcio.

Sono giunte, secondo i gestori dell’evento, 29 delegazioni delle maggiori tifoserie europee.

 

Redazione online