Siria: a Londra manifestazione No War contro l’intervento degli USA

Manifestazione Hand off Syria a Londra (CARL COURT/AFP/Getty Images)

Il Parlamento britannico ha respinto con decisione la proposta avanzata da David Cameron che invitava Londra a sostenere l’operazione militare che gli Stati Uniti stanno, ma oggi dalla capitale inglese arriva un ulteriore no a Barack Obama: quello della società civile. E’ stata infatti indetta per oggi una protesta cittadina con cui i britannici e i tanti migranti (molti di origine mediorientale) che vivono a Londra manifesteranno dissenso nei confronti della decisione, ormai presa dalla Casa Bianca, di inviare le proprie milizie a  Damasco.

La dimostrazione, organizzata da un gruppo di attivisti anti-war e organizzazioni definitosi Stop the War Coalitio, ha preso alle mosse alle 12.00 da Temple Place e si sta dipanando percorrendo le vie centrali che costeggiano anche Dawning Street (l’abitazione del primo ministro Cameron) e il Parlamento. Il punto di approdo sarà il centro della City.

Nel comunicato con cui le associazioni aderenti hanno pubblicizzato l’evento si legge: “La sconfitta dei piani bellici di Cameron, la scorsa notte, è stato un momento storico. Ha rappresentato la vittoria dell’opinione pubblica pacifista contro gli interessi dell’élite britannica che ha entusiasticamente partecipato alle guerre portate avanti dagli Stati Uniti lungo tutta la scorsa decade”.

“Forzare Cameron a desistere rispetto alla guerra – continuano gli attivisti – ha significato dare un duro colpo ai piani bellici dell’occidente”.

Gli stessi organizzatori hanno chiamato la popolazione londinese a un presidio per il prossimo 3 settembre nelle vicinanze dell’ambasciata statunitense della capitale.

 

Redazione online