Mostra Cinema Venezia: il Leone d’Oro a “Sacro Gra” di Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi alla 70^ Mostra del Cinema di Venezia (Pascal Le Segretain/Getty Images)

Il Leone d’Oro per il miglior film alla 70^ Mostra del Cinema di Venezia è andato a “Sacro Gra” di Gianfranco Rosi. Era da 15 anni, dal 1998 che un film italiano non vinceva il Leone d’Oro, quando l’ambito riconoscimento andò a “Così ridevano” di Gianni Amelio. “Sacro Gra” è un documentario sul Grande Raccordo Anulare di Roma.

Non mi aspettavo di vincere un premio così importante con un documentario – ha commentato Rosi al momento della consegna del premio -. Ringrazio Bertolucci e il direttore del Festival Alberto Barbera che ha avuto fiducia in questo film e ha rotto una breccia: finalmente il documentario si confronta con la finzione, il documentario è cinema“.

Il Leone d’argento per la migliore regia è stato assegnato al film greco “Miss Violence” di Alexandros Avranas. Il film racconta una storia di incesto, pedofilia e prostituzione minorile.

La Coppa Volpi per la migliore attrice è andata ad Elena Cotta, per il film di Emma Dante “Via Castellana Bandiera”. L’attrice, di origine albanese, nel film non pronuncia una parola ma recita tramite gesti e mimica facciale intensi. Come migliorattore è stato premiato, sempre con la Coppa Volpi, l’attore Themis Panou, che interpreta il nonno-orco nel film “Miss Violence”.

Il Gran Premio della Giuria è andato al regista taiwanese Tsai Ming Liang per il film “Jiaoyou” (Cani Randagi).

Uberto Pasolini ha vinto il Premio Orizzonti per la migliore regia per il film “Still Life”.

Il Premio per la migliore sceneggiatura è stato assegnato a Steve Coogan e Jeff Pope per il film di Stephen Frears “Philomena”, all’inizio dato per favorito.

Il premio speciale della giuria di Venezia 70 è andato al film tedesco “Die Frau des polizisten”, di Philip Groening.

La Giuria della 70ma Mostra del Cinema di Venezia è stata presieduta dal regista Bernardo Bertolucci.

Redazione