Il ministro degli Esteri siriano incontra quello russo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:37
Sergej Lavrov, Ministro degli Esteri russo (Getty Images)

Nel tentativo di trovare una soluzione alla sempre più grave crisi siriana, con gli Stati Uniti guidati dal Premio Nobel per la Pace Barack Obama che fremono per scatenare una guerra contro il regime del presidente siriano Bashar al Assad, accusato di aver usato armi chimiche contro la popolazione civile in un attacco dello scorso 21 agosto nei pressi di Damasco, anche la Russia, alleata di Assad e assolutamente contraria all’intervento militare, tenta una soluzione al conflitto.

Oggi è atteso a Mosca il ministro degli Esteri siriano, Walid al-Mualem, che incontrerà il suo omologo russo Serghiei Lavrov per discutere proprio della crisi nel paese mediorientale. Il ministro siriano si era recato in Russia già a febbraio.

Mentre gli Stati Uniti schierano le navi da guerra nel Mediterraneo al largo della coste siriane, l’Unione europea pur condannando in un documento congiunto l’uso di armi chimiche in Siria, rimane su posizioni contrarie all’intervento militare. L’unico Paese favorevole è la Francia di François Hollande, ma solo il governo, in quanto più di due terzi dei cittadini francesi sono contrari alla guerra, stando ad un sondaggio pubblicato nei giorni scorsi dal quotidiano Le Figaro.

Redazione