F1 Corea del Sud 2013: Vettel cannibale, mondiale in tasca

 

Sebastian Vettel (Getty Images)

 

 

Sebastian Vettel protagonista anche a Yeongam con una vittoria dal sapore mondiale, sul podio le Lotus di Raikkonen e Grosjean, Alonso chiude 6°

Partenza caotica con Vettel che tiene la testa senza problemi e Grosjean che supera Hamilton, testacoda di Massa e rischio per Alonso di essere toccato dal compagno di squadra, ne approfitta Hulkenberg che supera lo spagnolo.

Dopo 6 giri Vettel contrariamente al solito non è in fuga ma tiene un discreto margine su Grosjean.

Al 9° giro Alonso subisce il sorpasso di Raikkonen che guadagna il 6° posto, il ferrarista viene chiamato ai box per il cambio gomme.

Si stabilizzano le posizioni dopo la prima sosta, Alonso si ritrova 6° ma subisce l’attacco vincente di Webber, la sua rimonta è più difficile del previsto.

Singolare episodio al giro 28, cede il musetto sulla Mercedes di Rosberg con l’alettone che tocca sull’asfalto e il tedesco costretto ai box.

Giro 32, problemi di gomme sulla vettura di Perez con tanto di detriti sull’asfalto, safety car in pista e tutti ne approfittano per il cambio pneumatici.

Si riparte con Sutil che centra in pieno Webber, Red Bull a fuoco e ritiro per l’australiano mentre Raikkonen guadagna il 2° posto ai danni di Grosjean.

Safety car ancora in pista, la gara riprende e Vettel scappa via, Alonso in battaglia con Hamilton si gioca la quinta posizione ma rimane dietro e si deve guardare le spalle da Button.

Due Lotus all’inseguimento di Vettel a 10 giri dal termine, gara straordinaria di Hulkenberg che difende la quarta piazza dall’attacco prolungato di Hamilton, si fanno sotto anche Alonso, Button e Rosberg.

Lotta Button-Rosberg per un modesto 7° posto, il tedesco guadagna la posizione a 2 giri dal termine.

Vettel chiude con la vittoria numero 34 in carriera e la possibilità di festeggiare il titolo in Giappone, Alonso termina 6° e a 77 punti dalla vetta.

Marco Galluzzi