Caso Kabobo, perizia: “Parziale infermità”. Il killer potrà partecipare al processo

Adam Kabobo (screen shot youtube)

E’ stato reso noto l’esito della perizia psichiatrica disposta dal gip di Milano sul ghanese 31 enne Adam Kabobo che uccise a picconate tre persone lo scorso 11 maggio a Milano.

Secondo la perizia, Kabobo era capace di “volere” e potrà essere processato, perché la sua capacità di intendere “era grandemente scemata, ma non totalmente assente”.

Il collegio dei periti, tra cui lo psichiatra Ambrogio Pennati e la criminologa Isabella Merzagora, nominati dal gip di Milano Andrea Ghinetti, hanno definito Kobobo “capace di coscientemente partecipare al procedimento”.

Dalla perizia risulta inoltre una “pericolosità sociale, psichiatrica”, in forma elevata”.
I periti hanno riconosciuto che il killer è “affetto da un disturbo mentale di natura psicotica grave”, compatibile “con una malattia dello spettro schizofrenico”.
Tuttavia, come riporta l’Agi, i periti hanno dimostrato che “non ha commesso gli omicidi in totale assenza di coscienza” in quanto “ricorda la numerosità delle vittime, il loro genere , le sequenza degli atti e le armi usate”.
Rispetto al movente, una delle ipotesi evidenzia che Kabobo era “in preda alla necessità di soddisfare i bisogni primari. Non essendo in grado di soddisfarli per la limitatezza strutturale delle risorse emotive – cognitive e della confusione psicotica”, per i periti il killer ha pertanto messo in atto “un comportamento predatorio primitivo finalizzato all’acquisizione di tali risorse, senza operare una valutazione razionale del rapporto costi – benefici”.

L’imputato che ora rischia il processo con rito abbreviato e uno sconto di un terzo della pena, potrebbe incorrere in una condanna a trent’anni di reclusione.

Soddisfazioni espresse da Domenico Musicco, il legale di Cristian Carella, fratello di una delle vittime: “Si arriverà ad una sentenza e ad una pena certa”, ha dichiarato Musicco.

Redazione

LEGGI ANCHE
Caso Kabobo: si ipotizza l’infermità mentale

Milano: l’ultimo addio alle vittime della furia omicida di Kabobo

Triplice omicidio di Milano, “il Comune si costituirà parte civile”. Salvini (Lega) attacca “chi coccola persone come Kabobo”

Giuliano Pisapia: “Lutto cittadino per le vittime di Kabobo”

Aggressione a picconate a Milano: morto anche l’altro ferito grave

Aggressione di Milano, morte cerebrale per il 21enne ferito

Milano, ghanese uccide un passante e ne ferisce altri due. Polemica Lega-Pd