Premio Nobel per la Medicina 2013: a Rothman, Schekman e Südhof

I premi Nobel per la Medicina 2013 (JONATHAN NACKSTRAND/AFP/Getty Images)

Sono stati comunicati questa mattina i vincitori del Premio Nobel per la Medicina o la Fisiologia. Si tratta degli statunitensi James E. Rothman e Randy W. Schekman e del tedesco Thomas C. Südhof. L’annuncio è stato dato oggi a Stoccolma, durante la conferenza stampa per la comunicazione dei nomi dei vincitori al Karolinska Institutet.

I tre studiosi sono stati insigniti dell’ambito riconoscimento per le loro scoperte sui meccanismi che regolano il sistema di trasporto delle molecole all’interno delle cellule.

I tre Nobel per la Medicina hanno riceveranno anche la somma di 8 milioni di corone svedesi,  circa 900mila euro, che si divideranno tra loro.

James E. Rothman, 63 anni, è professore di Scienze Biomediche all’Università di Yale, dove è anche presidente del Dipartimento di Biologia Cellulare. Ha iniziato a studiare le vescicole che trasportano le molecole nelle cellule dalla fine degli anni ‘70. Laureatosi ad Harvard nel 1976, ha cominciato la sua carriera al Dipartimento di Biochimica dell’Università di Stanford nel 1978. Ha insegnato alla Princeton University dal 1988 al 1991. Ha ricevuto diversi prestigiosi premi per le sue ricerche. È membro della National Academy of Sciences. Randy Wayne Schekman, 65 anni, è biologo cellulare presso l’Università di Berkeley in California. Ha studiato presso l’Università della California a Los Angeles, dove si è laureato con il Nobel Arthur Kornberg. I suoi studi hanno avuto ad oggetto il processo di assemblaggio della membrana e del traffico vescicolare nelle cellule eucariote. Nel 2002 ha ricevuto il premio Albert Lasker per la ricerca medica di base e il Louisa Gross Horwitz Prize della Columbia University insieme a James Rothman proprio per la loro scoperta del “traffico” della membrana cellulare, un processo che le cellule usano per organizzare le loro attività e comunicare con l’ambiente. Nel 2013 è stato eletto membro straniero della Royal Society. Thomas C. Südhof, 58 anni, è un biochimico tedesco conosciuto per gli studi sulla trasmissione sinaptica. Ha studiato Neurochimica nell’Università Georg-August, in Germania, quindi si è trasferito negli Stati Uniti nel 1983. All’Università del Texas, dove ha lavorato con i Nobel Michael Brown e Joseph Goldstein, anche loro premiati per la Medicina nel 1985. Nel 2008 Südhof si è trasferito alla Stanford University, dove è professore di Fisiologia Cellulare e Molecolare, Psichiatria e Neurologia.

Gli annunci dei prossimi premi Nobel saranno domani per la Fisica, mercoledì per la Chimica, giovedì per la Letteratura, venerdì per la Pace e lunedì 14 ottobre per l’Economia.

Redazione