Vendeva hashish al figlio, madre lo fa arrestare fingendosi una teenager

Ragazzo fuma uno spinello (FRED DUFOUR/AFP/Getty Images)

Uno spacciatore pisano di 40 anni è finito in carcere al termine di una vicenda anomala e per certi versi anche bizzarra. A metterlo nei guai, la madre di un ragazzo che, fingendosi un’adolescente, si è messa in contatto con lui, sostenendo di voler acquistare dell’hashish, e una volta adescato l’avrebbe fatto arrestare.

E’ successo a Marina di Pisa; la polizia da tempo teneva sott’occhio il 40enne, consapevoli della sua attività di spaccio ai giovanissimi – il figlio della donna frequentava ancora le scuole medie – che avrebbero consumato hashish anche nei bagni della scuola. A insospettire la giovane madre alcuni comportamenti del ragazzino, che messo sotto pressione le avrebbe confessato come in sporadiche circostanze aveva comprato hashish, dicendole anche il nome del presunto spacciatore.

E’ a quel punto che la madre ha preso dal cellulare del ragazzo il numero del pusher e lo ha contattato fingendosi una coetanea del figlio e prendendo appuntamento. Lo spacciatore è caduto nella trappola e così sul luogo dell’appuntamento si è ritrovato i carabinieri, che lo hanno arrestato, perché nel corso di una perquisizione trovato in possesso di 60 grammi di hashish, bilancine di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

Redazione online