Camorra: in manette Antonio Schiavone, fratello del boss Francesco detto Sandokan

Volante Polizia (Getty Images)

La polizia ha arrestato Antonio Schiavone, fratello del boss dei casalesi Francesco Schiavone, conosciuto anche con il soprannome di Sandokan. L’uomo è stato fermato a Giuliano, in provincia di Napoli, vicino alla sua abitazione.

Antonio Schiavone è accusato dell’omicidio di Aldo Scalzone, che risale al 1991 e per il quale sono già stati accusati anche il boss Francesco Bidognetti e sui figlio Aniello. Entrambi sono reclusi in carcere. L’omicidio di Scalzone fu compiuto nell’ambito della guerra di camorra tra il clan dei De Falco, a cui la vittima era legata, e quello delle famiglie Schiavone e Bidognetti.

Secondo la Dda di Napoli, Antonio Schiavone sarebbe succeduto al fratello Francesco, dopo l’arresto di questi, alla guida del clan dei casalesi. Francesco “Sandokan” Schiavone è stato condannato nel 2008 alla pena dell’ergastolo per reati di camorra, si trova detenuto nel penitenziario milanese di Opera in regime di carcere duro (art 41 bis).

L’arresto di Antonio Schiavone è avvenuto ieri, ma è stato reso pubblico solo questa mattina dal procuratore aggiunto di Napoli Francesco Greco.

Redazione