Cavern Pub, con Statua di John Lennon (Getty images)

Penny Lane is in my ears and in my eyes, There beneath the blue suburban skies, sono le prime strofe del brano del 1967, dei Beatles scritto a due mani tra John Lennon e Paul McCartney che ricordavano la via Penny Lane nella periferia di Liverpool dove usavano radunarsi i giovani e che era situata nel loro quartiere all’epoca della loro infanzia.

Là vicino vi è anche la casa natale di John Lennon andata all’asta recentemente e battuta ieri a 480 mila sterline (circa 500 mila euro).
Un’asta che secondo quanto riportano i quotidiani britannici è stata molto seguita dai fan di Lennon.

Ad aggiudicarsi lo storico immobile, al doppio del prezzo di base d’asta di 130-230 mila sterline, è stato un anonimo acquirente americano.
L’asta si è tenuta al Cavern Club, il locale dove i Beatles hanno suonato tra il 1961 e il 1963.
Il prezzo di partenza, come riporta il Sole 24 ore, era in linea con i prezzi di Liverpool.
“Tenendo conto del luogo, dell’immobile e della sua storia ci attendiamo molto interesse sia locale che internazionale”, aveva riferito prima dell’asta Stephen Giddns, direttore delle vendite di Entwistle Green, l’agenzia immobiliare che ha curato la vendita della casa.

Una casa modesta con tre camere da letto, due salotti, un unico bagno e un cortile sul retro, che è rimasta invariata rispetto ai tempi in cui Lennon ci abitava: “L’immobile ha bisogno di essere modernizzato ma ha ancora le finestre vittoriane e altre caratteristiche originali che sicuramente il nuovo proprietario vorrà mantenere”, ha sottolineato il direttore delle vendite.

La casa è l’abitazione dove nacque John il 9 ottobre 1940 e nella quale ha trascorso i suoi primi anni dell’infanzia prima di trasferirsi a cinque anni in un altro quartiere di Liverpool nella casa chiamata “Mendips” e dichiarata l’anno scorso patrimonio nazionale dall’English Heritage.

Redazione