Kosovo alle urne: in ballo i rapporti tra Belgrado e Pristina

Elezioni Kosovo (Getty Images)

 

Questa mattina alle 7, in Kosovo , si sono aperti i seggi per le elezioni municipali. In ballo ci sono i rapporti tra Belgrado e Pristina e il futuro della convivenza tra la maggioranza albanese e la minoranza serba.

L’aspetto più importante del voto locale riguarda l’affluenza alle urne dei serbi del nord del Kosovo, in larga parte ostili al dialogo con Pristina e contrari a qualsiasi accordo, e che per questo si sono schierati per il boicottaggio delle urne.

In Kosovo gli elettori sono 1.779.357 distribuiti in 38 comuni e 798 seggi. I candidati sono in totale 7.932 in rappresentanza di 103 fra partiti, movimenti e iniziative civiche di albanesi, serbi e numerose altre minoranze. Per l’elezione dei sindaci è previsto un secondo turno di ballottaggio il primo dicembre. Il Kosovo ha proclamato l’indipendenza dalla Serbia il 17 febbraio 2008 ed è stato riconosciuto finora da 106 Paesi (sul totale di 193 rappresentati all’Onu), Italia compresa. Le urne chiuderanno alle 19 e i primi risultati parziali si conosceranno in nottata.

 

Redazione online