Bari: fermato colpevole dell’omicidio di una sessantenne trovata con il cranio fracassato

Un'auto della polizia (Foto: FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

E’ stato individuato il colpevole che ha ucciso Caterina Susca, una signora di 60 anni ritrovata, lunedì scorso, semi nuda, incappucciata e con il cranio fracassato nella sua abitazione, situata alla periferia di Bari, nel quartiere Torre a mare.
Il presunto colpevole è il 19enne nigeriano, Donald Nwajiobi, fermato ieri dalle forze dell’ordine e che secondo i media ha confessato l’omicidio nell’ambito di un interrogatorio durato molte ore.
La Questura ha confermato lo stato di fermo mentre domani si terrà l’autopsia della vittima per ricostruire la dinamica del feroce omicidio.

Ma nella vicenda emerge anche un probabile complice, un 30 enne originario del Ghana, che è indagato a piede libero ed è stato rilasciato martedì sera dopo un fermo di 24 ore.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Bari: donna di 60 anni trovata semi nuda e incappucciata con il cranio fracassato