Pakistan, drone Usa colpisce una scuola islamica: sei morti

Drone Usa in Pakistan (Getty Images)

La giovane pachistana Malala Yousafzai ha ritirato ieri il premio Sakharov a Strasburgo, attribuito dal Parlamento Ue per la libertà di pensiero. E proprio all’indomani di questo prestigioso riconoscimento, concesso alla giovane sedicenne che ha combattuto il regime dei talebani per il diritto all’istruzione delle donne e che ha invitato gli Usa a cessare i bombardamenti droni sul Pakistan, in un nuovo attacco di un drone americano hanno perso la vita almeno 6 persone.

E’ quanto si apprende da un portavoce della polizia locale, Farid Khan, secondo cui l’aereo-spia Usa ha colpito un seminario islamico a Tal, nel distretto di Hangu della provincia nord-occidentale del Khyber Pakhtunkhwa.

Il drone ha preso di mira una scuola islamica che, stando a quanto riferisce l’Agi, apparterrebbe a Qari Noor Muhammad, capo della milizia jihadista Rete Haqqani, alleata di al-Qaeda e responsabile di numerosi attentati anche in Afghanistan.

Al momento non si hanno notizie se il capo della milizia fosse all’interno della struttura. Tra le vittime si contano due religiosi militanti nel gruppo qaedista.

Come riporta l’Agi, questo attacco è avvenuto al di fuori delle aree tribali semi-autonome al confine afghano. Più volte le autorità del paese hanno condannato gli attacchi Usa con i droni, considerati una violazione della sovranità nazionale e ritenuti come uno degli elementi che rendono fallimentari i negoziati di pace con i Talebani.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Usa: Malala incontra Obama e chiede di “fermare gli attacchi con i droni”
Premier pakistano incontra Obama e chiede di fermare i raid dei droni