Caso Mps: la Commissione europea dà giudizio positivo sulla ricapitalizzazione

Banca Monte dei Paschi di Siena (Photo credit should read FABIO MUZZI/AFP/Getty Images)

La Commissione Europea si è pronunciata oggi sull’aiuto di Stato affidato alla banca Monte dei Paschi di Siena in seguito alla dimostrazione di un passivo che avrebbe potuto portare alla dichiarazione di fallimento. Secondo il parere della Commissione “il sostegno pubblico concesso per la ristrutturazione» di Mps «è in linea con le norme Ue in materia di aiuti di Stato. Mps  ha beneficiato di una ricapitalizzazione da parte dello Stato di 3,9 miliardi di euro e di una garanzia statale di 13 miliardi concessa sulle passività nell’ambito del regime italiano di garanzia a favore delle banche”.

Da parte di Bruxelles è giunta inoltre una dichiarazione ottimistica secondo la quale, in virtù dello stanziamento di fondi da parte dello Stato italiano, Monte dei Paschi potrà continuare la sua attività e rimborsare -così come prevedono le clausole del contratto tra l’ente bancario e quello pubblico – almeno 2,5 miliardi dei 3,9 ricevuti. “La Commissione europea ritiene che il piano di ristrutturazione di Mps garantisca la redditività a lungo termine della banca”, hanno affermato dal capoluogo belga i relatori pronunciatisi sul caso Mps.

 

Redazione online