Tifosi laziali (Claudio Villa/Getty Images)

Incidenti e scontri nel corso della notte a Varsavia, dove la Lazio affronterà stasera la squadra locale del Legia. Stamattina, intorno alle cinque, ultras delle opposte tifoserie si sono dati “battaglia” in alcuni locali del centro della capitale polacca, costringendo le forze dell’ordine a intervenire. In seguito alla perquisizione delle forze dell’ordine, 17 tifosi laziali sono stati posti in stato di fermo e non potranno dunque assistere al match di questa sera.

Per la trasferta a Varsavia, sono giunti in Polonia 750 tifosi della squadra biancoceleste. I 17 fermati sono stati accusati di esser stati trovati in possesso di oggetti contundenti e in queste ore sono sottoposti a processi per direttissima ed eventuale relativa espulsione del Paese esteuropeo. Già nella gara di andata, vi erano stati momenti di tensione, con i tifosi polacchi che avevano compiuto diverse scorribande nelle vie del centro della Capitale, ubriachi e armati di cacciaviti e chiavi inglesi. In quell’occasione furono 13 i fermati tra le file dei tifosi ospiti.

Redazione online