Femminidicio nel perugino: 90enne uccide la moglie

Murale contro la violenza sulla donna (getty images)

Ha preso il fucile da caccia, che teneva nascosto sotto il materasso, puntandolo contro la moglie, mentre questa si trovava ancora dentro al letto. Così il 90enne Athos Ceccarelli ha deciso stamattina di porre fine a una relazione matrimoniale durata 60 anni con la vittima, Vanda Cagnoni. I due, che in precedenza vivevano a Tavernelle, in provincia di Perugia, dove in passato avevano gestito un bar e un negozio di alimentari, si erano da poco trasferiti insieme alla figlia a Castiglione del Lago.

E’ stata proprio la figlia della coppia, dopo aver sentito lo sparo, ad accorrere in camera da letto e a trovare il cadavere della madre, con affianco il padre in stato di shock. All’uomo probabilmente è mancato il coraggio di uccidersi dopo aver posto fine alla vita della moglie. La figlia ha quindi subito chiamato il 118, che è arrivato sul luogo del delitto insieme ai carabinieri della locale caserma, comandati dal capitano Marcello Sardu.

All’arrivo del medico legale, si è potuto soltanto constatare il decesso della donna. Pare che mai in passato vi fossero stati dissapori tali da giustificare un gesto di questo tipo, quindi l’ipotesi più probabile al vaglio degli inquirenti è quella del raptus di follia improvviso, ma con radici nei gravi problemi di salute che accomunavano la coppia, anche a causa dell’età avanzata. L’uomo, indagato per omicidio, non è in stato d’arresto, ma è stato comunque sottoposto a consulenza psichiatrica in ospedale.

Redazione online