Berlusconi ipotizza alleanza con Sel e M5S ma poi chiama Renzi per congratularsi

Silvio Berlusconi (Getty Images)

Più che una questione di feeling, la loro è una questione di comunicazione: entrambi, lui Silvio Berlusconi l’incontestato leader “comunicativo” e il neo eletto Segretario del Partito Democratico e sindaco di Firenze Matteo Renzi che sono stati spesso accostati per le loro doti retoriche.

Non ci sorprende dunque che il leader di Forza Italia, ascoltando il discorso d’insediamento alla Segreteria del Pd di Renzi, abbia riconosciuto le doti del suo “nemico” numero uno telefonandogli per esprimere i suoi complimenti: “Sei stato bravissimo. Spero che finalmente con te il Pd possa diventare un partito socialista liberale e di stampo europeo”, è quanto avrebbe detto il cavaliere a Renzi, in una telefonata fatta verso la mezzanotte di ieri sera. Stando a quanto riportano le agenzie, Berlusconi avrebbe anche scherzato commentando l’esito del voto: “Ti è andata bene perché io non posso essere in campo”.

Ma ieri il Cavaliere è anche intervenuto sul palco dell’Auditorium, a Roma, per lanciare i nuovi circoli “Forza Silvio” e nel suo discorso oltre a ribadire il suo concetto di “golpe” della magistratura rispetto alla sua decadenza da Senatore ha anche riservato delle critiche amare ad Enrico Letta che “non ha rispettato gli accordi”.

In attesa del voto di maggio per le europee, il leader Fi ha avanzato l’ipotesi di creare un esecutivo “con tutti”, addiruttura con il Movimento 5 Stelle di Grillo e cone Sel, per cambiare la legge elettorale mantenendo il bipolarismo: “Sarebbe opportuno mettere in campo un nuovo governo con tutte le forze politiche in Parlamento, anche con Sel e 5 Stelle, per un governo che faccia la legge elettorale, una legge che rispetti il bipolarismo, il miglior sistema di governo per una democrazia”, ha detto Berlusconi.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Vittoria di Renzi, D’Alema rassicura: “Battaglia interna, ma nessuna scissione”
Renzi segretario, FI: “Ora la legge elettorale”; NCD: “Avanti con le riforme”
Primo discorso di Renzi da segretario del Pd: “Il meglio deve ancora venire”
Pd, Cuperlo: “Sarò sincero e leale verso Renzi”
Primarie Pd: ha vinto Matteo Renzi con quasi il 70% dei voti