Iran: scimmia torna sana e salva dallo spazio

Iran, scimmia inviata nello spazio nel mese di gennaio 2013 (Getty imageS)

Un sospiro di sollievo non solo per gli ingegnieri e scienziati iraniani, ma anche per gli animalisti di tutto il mondo e per lei, la piccola scimmia che è riuscita a tornare dallo spazio lanciata a bordo di una capsula spaziale con il razzo sonda suborbitale “Kavoshgar Pajuhesh” (Research Explorer) .

Secondo quanto rivela Iran-Italia Radio, la capsula era stata lanciata questa mattina alle ore 9.30 e in base all’agenzia spaziale iraniana IRIB, dopo avere raggiunto un’altezza di 120 km, è tornata sulla terra dopo 15 minuti.

Questo lancio è il secondo intrapreso dall’Iran nel 2013: lo scorso 27 gennaio fu lanciata la prima scimmia viva a bordo di una navetta spaziale, come primo passo verso l’invio di propri astronauti nello spazio previsto per il 2020.
Ma il successo dell’esperimento era stato contestato in quanto ai media dopo l’atterraggio fu mostrata una scimmia diversa da quella mandata in orbita.

L’Iran è uno dei 24 Paesi fondatori del Comitato per l’uso pacifico dello Spazio presso l’ONU, che è stato creato nel 1959.

Il presidente iraniano, Hassan Rohani, ha inviato un messaggio per complimentarsi con gli ingegneri e gli scienziati iraniani impegnati nello sviluppo del programma spaziale.

Redazione