Incidente Schumacher: 48 ore decisive. Messaggi di auguri da tutto il mondo

Ospedale di Grenoble (Getty images)

Sono ore decisive per le condizioni di salute di Michael Schumacher, il pluri campione della Formula Uno ricoverato nel reparto di Neurochirurgia dell’Ospedale di Grenoble dopo un incidente di sci sulle piste di Meribel, nelle Alpi francesi, nel quale Schumacher è caduto battendo la testa contro una roccia.

Secondo i medici non si possono fare previsioni se il campione possa sopravvivere o sui danni che potrà riportare: “Le condizioni di Michael Schumacher sono molto gravi. La situazione resta critica, ci sono lesione cerebrali diffuse, al momento è nel reparto di rianimazione e non possiamo pronunciarci sul suo futuro. Abbiamo ridotto l’edema cerebrale, è in coma artificiale per limitare la crescita della pressione intercranica”, hanno scritto i medici dell’ospedale di Grenoble nel nuovo bollettino medico sulle condizioni di Michael Schumacher.

Nel tardo pomeriggio di lunedì 30 dicembre, la situazione è stazionaria. Il campione di formula uno è tenuto in coma farmacologico per evitare che l’edema celebrale non peggiori la situazione.

“In casi di questo genere sono decisive le prossime 48 ore per la sopravvivenza. Il problema è legato al gonfiore cerebrale che può durare fino a sei o sette giorni”, ha rivelato Andrea Barbanera, primario di neurochirurgia dell’ospedale di Alessandria e responsabile del servizio di neurochirurgia dell’ospedale di Aosta.
“Tenendo il paziente in coma farmacologico e con la respirazione assistita si cerca di contrastare il gonfiore cerebrale tipico del post trauma. Il momento più critico sarà nei prossimi sei o sette giorni, poi si potranno capire i danni subiti dal cervello con una risonanza magnetica”, ha proseguito il primario sottolineando che “se passa indenne questi giorni la percentuale di recupero per un atleta come Schumacher è alta”.

Intanto però da tutto il mondo giungono messaggi di auguri all’atleta: la cancelliera tedesca Angela Merkel ha scritto una nota nella quale si dichiara “profondamente scioccata”.
“Abbiamo ascoltato i medici che hanno definito la situazione estremamente seria. Speriamo, al pari di Michael Schumacher e della sua famiglia, che le sue ferite guariscano e si riprenda. Auguriamo a sua moglie, ai suoi figli e al resto della sua famiglia forza e reciproco sostegno”, ha invece sottolineato Steffen Seibert, portavoce della cancielliera.

Messaggi anche dalla Ferrari che in una nota scrive che “tutta la Ferrari vicina a Michael. Sono ore di apprensione per tutti alla Ferrari da quando si è saputo dell’incidente a Michael Schumacher” scrive la Ferrari in un comunicato. Montezemolo “anche tramite il team principal della Scuderia Stefano Domenicali, è informato dalle persone vicine al campione tedesco alle quali ha voluto mandare un pensiero di vicinanza e incoraggiamento in un momentocosì difficile con la speranza di avere presto notizie migliori”.

Su Twitter continuano ad arrivare messaggi anche dai colleghi che esprimono la loro apprensione e gli auguri: Sebastian Vettel scrive “Questa è stata una triste notte. Michael questo è il più importante Gp della tua vita e lo devi vincere. Schumacher è stato un padre per me in Formula 1 (e lo sarà), mi è stato accanto in ogni momento della mia carriera”.

“Io ti conosco Michael, sei un grande. Questa è la corsa più difficile, ma sono certo che vincerai di nuovo”, ha scritto l’ex pilota Giancarlo Fisichella.

“Guarisci presto Michael! Spero di sentire presto qualche notizia positiva”, scrive Fernando Alonso.

Oltre ai familiari sono giunti a Grenoble anche Jean Todt, patron della Federazione internazionale dell’automobile e Ross Brawn, direttore della scuderia Mercedes.

Redazione
LEGGI ANCHE:
Incidente Schumacher: “Condizioni critiche”