Coppie omosessuali. Scelta Civica a favore delle unioni civili

Omosessualità (Getty images)

La discussione sui diritti civili che si è accesa successivamente all’intervento di inizio anno di Matteo Renzi e in seguito alla risposta del vicepremier Angelino Alfano, è arrivata a coinvolgere anche il gruppo parlamentare di Scelta Civica che è intervenuto per voce di Gianpiero Dalla Zuanna. Il portavoce con delega alle politiche famigliari per il partito montiano ha fatto sapere che necessario, per il suo gruppo, è un intervento del governo a sostegno delle famiglie più bisognose e che questa azione può essere affiancata da un riconoscimento dell’unione tra cittadini omosessuali che decidono di voler formare una coppia ufficiale.

Queste le parole pronunciate da Dalla Zuanna: “Scelta Civica ritiene fondamentale che, nel discutere il patto di coalizione, l’ideologia lasci spazio alla concretezza, e i partiti della maggioranza si impegnino a mettere sia le famiglie disagiate con piu’ figli sia le coppie omosessuali al centro dell’azione di governo. Vanno fissati obiettivi concreti da perseguire nei prossimi mesi: la diminuzione sensibile della povertà assoluta per le famiglie con più figli, ad esempio intervenendo sugli assegni familiari, e la definizione di alcuni diritti e responsabilità fondamentali per le coppie stabili omosessuali, come l’obbligo all’assistenza reciproca e il diritto all’asse ereditario. Quando, a luglio, assumeremo la presidenza dell’Unione, sarebbe importante che lo spread fra l’Italia e gli altri grandi paesi europei nelle politiche familiari fosse meno ampio rispetto a oggi. Scelta Civica continuerà a battersi perché questo accada”.

Ieri Angelino Alfano aveva risposto a Renzi dicendo che, a suo parere, la priorità nell’intervento dell’esecutivo andrebbe concessa alle famiglie e non alla creazione di una normativa per riconoscere le coppie di fatto.

 

Redazione online