Evento apertura saldi a Le Gru Store, Grugliasco, Torino (Getty images)

La tanto attesa stagione dei saldi quest’anno fino dal suo avvio ha subito registrato una battuta di arresto: è quanto emerge dai dati comunicati da Codacons che rivelano un calo del 10-15% delle vendite nella prima giornata di saldi invernali.

Infatti, secondo i dati dell’associazione dei consumatori nella fascia oraria dalle 10h alle 12h si è registrato un buon afflusso di cittadini nei negozi e nei centri commerciali. Tuttavia, secondo Codacons, nella prima mattinata di saldi, si è verificato un calo degli acquisti del 10%-15% nelle grandi città rispetto alla stessa fascia oraria del 2013.

“Ancora una volta l’avvio dei saldi è improntato alla massima cautela: i cittadini escono, osservano le vetrine ma ancora non comperano. Segno che i consumatori puntano ad acquisti mirati, limitati da un budget per i saldi sempre più ristretto a causa della crisi economica”, ha spiegato il presidente di Codacons Carlo Rienzi.

Una tendenza confermata anche dai dati di una ricerca di Confcommercio Imprese per l’Italia in collaborazione con Format Research che stima un calo dal 60,5% al 58,3% della percentuale degli italiani che approffitteranno degli sconti. In calo del 6,3% anche la percentuale dei consumatori che puntano alla stagione dei saldi mentre crescono del 37% gli acquisti web.

Redazione