Corea del Nord, Jang Song-Thaek sbranato dai cani: “notizia-bufala” diffusa da un social network cinese

Annuncio televisivo rimozione di Jang Song-thaek (Getty images)

E’ arrivata il giorno della Befana la smentita sulla morte di Jang Song Thaek, lo zio del dittatore nord coreano Kim Jog-un, che è stato giustiziato nel mese di dicembre dopo essere stato accusato di abuso di potere e cospirazione.

Infatti, sembra che lo zio del leader nordcoreano non sia stato gettato nudo in un fossa con 120 cani affamati che lo avrebbero sbranato vivo, ma sarebbe stato giustiziato con una fucilazione.

Secondo quanto hanno riportato le maggiori testate occidentali il 6 gennaio, la “notizia bufala” sarebbe stata diffusa il 12 dicembre da un social network cinese, il Weibo, che ospita 500 milioni di utenti, e poi ripresa dal Wen Wei Po, un giornale cinese noto per il sensazionalismo.

La notizia è stata poi ripresa in inglese dal quotidiano di Singapore, Straits Times, ed è poi rimbalzata sulle maggiori testate internazionali come NBC News, il Daily Mail, il New York Daily News e il London Evening Standard.

Secondo quanto riportano i media, la notizia pubblicata dal quotidiano filo comunista cinese ha avuto anche una buona diffusione grazie all’isolamento in cui versa la Corea del Nord che impedisce la diffusione delle notizie.

La smentita ufficiale è emersa grazie alle rivelazioni del blogger americano Trevor Powell che il 6 gennaio ha scoperto il post pubblicato sul social network cinese: come riporta la testata Usa, The world (slate.com), il post individuato dal blogger americano riportava un cartone animato nel quale si vede Kim Jong-un con le braccia alzate e in piedi su un balcone con al fianco i suoi fedelissimi militari. Nel post veniva descritta la scena della condanna a morte di Thaek con dettagli macabri in cui veniva detto che Thaek e cinque dei suoi collaboratori erano stati denudati e gettato uno ad uno in una gabbia gigante dove sono stati divorato da 120 cani da caccia della Manciuria che erano stati affamati per tre giorni. Il post specificava che Kim aveva assistito a tutta la durata dello spettacolo davanti ad una platea di 300 funzionari nordcoreani.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Corea del Nord, esecuzione Jang Song-Thaek: zio del leader sbranato da 120 cani