Cina. Multa salata per il regista Yimou: ha violato la legge sul controllo delle nascite

Zhang Yimou (Chung Sung-Jun/Getty Images)

E’ stato condannato a pagare una multa equivalente a 900.000 euro il regista cinese Zhang Yimou, colpevole, secondo un tribunale di Binhu, di aver fatto troppi figli e di aver quindi violato la legge sul controllo delle nascite. Il cineasta, molto conosciuto nel suo paese e a livello internazionale, dovrà sborsare di propria tasca una cifra pari a 7,48 milioni di yuans perché padre di quattro figli, a fronte dei due previsti dall’attuale legge cinese.

Yimou, il quale ha avuto la propria prole da due mogli differenti, ha duramente contrastato la decisione presa dalle autorità giudiziarie locali ed ha fatto appello al principio tradizionale secondo cui avere più figli sarebbe una garanzia per la ricchezza famigliare. Nonostante i suoi sforzi, e nonostante il rapporto di collaborazione creativa che da tempo ha instaurato con il regime cinese, il regista non è riuscito a far valere la propria ragione e sarà costretto a pagare l’ammenda.

Redazione online