Molotov e minacce anonime per Esposito (Pd), senatore pro – Tav

Stefano Esposito (Getty Images)

 

Il vicepresidente della Commissione trasporti al Senato, Stefano Esposito (Pd), che da sempre si è mostrato a favore della costruzione della Tav Torino-Lione, ha trovato una brutta sorpresa sull’uscio di casa sua a Torino questa mattina: tre bottiglie incendiarie ed un biglietto con una minaccia, senza rivendicazioni.

Torna in prefettura altrimenti farai bum bum ora che non c’è più il procuratore Caselli a proteggerti” è quanto si legge sul biglietto incriminato. Ad indagare sulla vicenda è intervenuta la Digos, dal momento che Esposito è già stato oggetto di intimidazioni in precedenza.

Pietro di Lorenzo, segretario generale provinciale del Siap (Sindacato Italiano Appartenenti Polizia), ha diffuso una nota solidale con il senatore del Pd: “E’ con grande preoccupazione che commentiamo l’ennesimo atto intimidatorio contro l’onorevole Esposito. E’ stato oltrepassato in maniera grave il confine tra legittimo dissenso e attacco personale attraverso intimidazioni e minacce reali”.

 

Redazione