Letta riceve le chiavi di Città del Messico

Letta con Pena Nieto e le first ladies (OMAR TORRES/AFP/Getty Images)

 

Enrico Letta, dopo l’incontro di ieri con il presidente messicano Enrique Pena Neto, ha ricevuto le chiavi di Città del Messico dal capo del Governo del Distretto Federale, Miguel Angel Mancera.

Il premier ha ringraziato per l’accoglienza e le attestazioni di stima ed ha promesso passi avanti nella cooperazione contro le disuguaglianze sociali, assicurando che: “L’Italia scommette sul Messico, che sarà uno dei paesi leader di questo secolo”.

“Nella relazione cominciata al G20 abbiamo trovato subito una fortissima sintonia, sono felice di poter recuperare 24 anni di ritardo”, ha affermato Letta, sottolineando il lunghissimo tempo per cui è mancata la visita di un Presidente del Consiglio italiano nel paese del centro America.

Secondo il premier questo incontro è stato produttivo anche dal punto di vista economico, creando nuove opportunità per gli imprenditori italiani: grazie alla firma di una dichiarazione congiunta, infatti, Enrico Letta spera che in futuro i due paesi fissino “scadenze e relazioni concrete come gli accordi firmati oggi”.

I settori di maggior rilievo e opportunità indicati dal Presidente del Consiglio sono stati quello energetico, le telecomunicazioni, le infrastrutture, la difesa e la cultura. 

In risposta agli apprezzamenti italiani verso il Messico, Pena Nieto ha affermato di  voler “scrivere una nuova pagina dei rapporti tra Italia e Messico  a partire da una relazione personale con Letta. Auspico ad un un rapporto istituzionale che possa trasformarsi in una cooperazione anche economica”.

 

Redazione