Coca in casa di Justin Bieber, in manette un amico della popstar

Justin Bieber (ROBYN BECK/AFP/Getty Images)

Ancora guai per la popstar canadese Justin Bieber, in seguito a un blitz della polizia a casa sua, a Calabasas, a nord ovest di Los Angeles. Tutto è nato dalla segnalazione di un vicino dell’idolo delle teenager di tutto il mondo, che il 9 gennaio aveva denunciato il lancio di uova dall’abitazione di Bieber verso la sua, da parte di un gruppo di amici dell’icona pop, che è stata denunciata per atti di vandalismo.

I guai per l’artista non si sono fermati alla denuncia per vandalismo: nel corso della successiva perquisizione domiciliare, infatti, la polizia ha tratto in arresto un suo amico,il rapper Lil Za, trovato in possesso di cocaina. Bieber avrebbe invece collaborato con gli agenti, scampando quindi all’ipotesi di un arresto.

La popstar canadese non è nuova a situazioni di questo tipo: già nel novembre 2012, infatti, era stato denunciato e poi graziato per aver aggredito un paparazzo che lo importunava all’uscita di un cinema. Dopo essersi trasferito nella nuova casa, inoltre, spesso la polizia è stata chiamata dai vicini per gli schiamazzi provenienti dall’abitazione di Bieber. Hanno poi fatto il giro del mondo le immagini del cantante, che affacciato dal balcone di un albergo a Toronto, sputa su alcune fans che presidiavano l’hotel.

Redazione online