Pene alternative al carcere: i senatori leghisti occupano l’ufficio di Grasso

Pietro Grasso in Senato (Franco Origlia/Getty Images)

Singolare protesta dei senatori della Lega Nord contro il decreto che prevede pene alternative al carcere (il cosiddetto “svuota-carceri”) e anche la cancellazione del reato di immigrazione clandestina. I senatori hanno occupato l’ufficio del presidente del Senato Pietro Grasso a Palazzo Madama. Il presidente in questo momento è assente.

Il Senato sta esaminando il decreto sulle pene alternative al carcere e la protesta dei leghisti è partita quando in Aula è stato invertito l’ordine del giorno, dando la precedenza al suddetto decreto invece che alla continuazione del dibattito sull’abusivismo in Campania.

“Avevamo chiesto una Capigruppo  e non è stata convocata”, ha spiegato il senatore leghista Raffaele Volpi.

Nonostante la protesta dei senatori della Lega, l’Aula del Senato sta procedendo regolarmente con l’esame del decreto.

Redazione