Delitto Poggi: Stasi assolto dal reato di pedopornografia

Alberto Stasi (screen shot youtube)

 

La Cassazione ha deciso di annullare la condanna ad Alberto Stasi, accusato dell’omicidio della fidanzata Chiara Poggi a Garlasco, per il reato di detenzione di materiale pedopornografico poiché “il fatto non sussiste”. La sentenza di primo grado, emanata dal Tribunale di Vigevano il 13 febbraio 2012, aveva inflitto 30 giorni di reclusione a Stasi, che poi l’Appello del 14 marzo 2013 aveva tramutato in una multa di 2540 euro di cui 1140 in sostituzione della pena detentiva.

La difesa dell’avvocato di Stasi, Angelo Giarda, si è basata sul fatto che le immagini pedo – pornografiche non siano state scaricate e dunque non visionate dal giovane, che “non aveva il software necessario per scaricare quei file, dal momento che non aveva l’applicazione E-mule ma solo il programma Morpheus, non adatto per scaricare i video”. “Manca la prova che Stasi li abbia scaricati – ha sottolineato Giarda – e manca dunque l’elemento costitutivo del reato che si perfeziona solo quando sia completata la visibilità del materiale pedopornografico”.

In base al ragionamento successivo dell’arringa difensiva, le immagini “non possono essere state in alcun modo il movente” per l’uccisione di Chiara Poggi, tesi che anche il procuratore generale Sante Spinaci non può respingere del tutto. Nella sua requisitoria, infatti, pur non ritenendo fondati i motivi per il ricorso in Cassazione, il pg ha ammesso che l’accusa contro Stasi sia stata formulata più su un procedimento deduttivo che su prove certe: il ritrovamento sul pc di Stasi di alcune immagini pedopornografiche presuppone che poi siano state caricate sul disco esterno.

Secondo l’avvocato di Stasi la condanna del suo assistito sarebbe stata “una macroscopica violazione di legge, poiché la perizia non ha accertato lo scaricamento delle immagini”.

Tra circa un mese potrebbero essere pronte le motivazioni della decisione di questo verdetto, estese dal consigliere Vincenzo Pezzella.

 

Redazione