Rieti: suora partorisce bambino di 3,5 chili

Ambulanza (Getty Images)

Una storia di altri tempi per cui esistevano gli orfanotrofi ma che nel XXI secolo ha creato non poco imbarazzo ai medici dell’ospedale San Camillo De Lellis a Rieti, dove una suora di origine ecuadoriane o brasiliane, di 35 anni, ha partorito un bambino 3 chili e 500 grammi.

La suora si sarebbe presentata al pronto soccorso dell’ospedale nella notte di martedì, trasportata da un’ambulanza e accusava dei dolori che non sapeva spiegare.

Il medico di turno che l’ha visitata non ha avuto dubbi e sottoponendola ad un’ecografia ha certificato lo stato di gravidanza: ma lo stupore del medico è stato più forte e nel certificare il ricovero, come riporta il Messaggero di Rieti, “per un eccesso di scrupolo” ha scritto nel referto “sospetta gravidanza in suora”.

Non solo “gravidanza sospetta” ma anche parto imminente: infatti, la suora ha partorito poco dopo, nelle prime ore della giornata di mercoledì.

Dalla direzione sanitaria dell’ospedale giungono solo dei “no comment”.
Secondo le notizie trapelate sulla vicenda, la suora sarebbe stata trasportata in ambulanza del servizio 118 chiamato dalle consorelle.

Nonstante il servizio ospedaliero abbia voluto mantenere il massimo riserbo sul caso, tenendo la suora separata dalle altre pazienti, la notizia si è diffusa nei reparti dell’ospedale, poi in città e infine sui social Network.

Redazione