Gossip Hollande: preoccupazione per la salute della Trierweiler

Affaire Gayet, Closer (screen shot sito web della rivista gossip Closer)

C’è preoccupazione in Francia dopo le rivelazioni sulla relazione tra il presidente francese, François Hollande e l’attrice Julie Gayet che secondo quanto trapela dai media va avanti da due anni.

Infatti, secondo le ultime notizie, il presidente è andato a trovare la sua compagna ufficiale, Valérie Trierweiler, ricoverata da una settimana alla Pitié-Salpêtrière, a causa di un malore provocato con molte probabilità dall’aver preso la sera dello scandalo un maggior quantitativo di medicinali, sottolinea la rivista settimanale Closer.

Secondo quanto riferiscono le agenzie, il presidente della Repubblica in realtà sarebbe stato impedito dai medici di andare a trovare prima la Trierweiler in ospedale, contrariamente a quanto avevano insinuato i pettegolezzi che hanno descritto Hollande come un uomo freddo e senza cuore.

Il settimanale francese Le Nouvel Observateur ha scritto che Hollande voleva che Valérie firmasse “con lui un comunicato nel quale i due potessero sancire ufficialmente la loro separazione”.

Ma oltralpe preoccupa sopratutto la salute della Trierweiler: infatti il settimanale Paris Match per il quale lavora Valérie, ha pubblicato un comunicato “urgente” con un titolo a lettere cubitali in cui scrive che “La famiglia è preoccupata”.

“Questo pomeriggio per la prima volta dal suo ricovero di venerdì scorso, il figlio più giovane di 16 anni non ha potuto far visita alla madre all’ospedale della Pitié-Salpêtrière – scrive Paris Mathc. Contrariamente ai giorni precedenti Valérie Trierweiler non risponde più al telefono. Secondo le nostre informazioni Valérie aveva deciso di lasciare l’ospedale oggi e voleva recarsi nella residenza ufficiale di La Lanterne, a Versailles per continuare la convalescenza”.

Inoltre, sullo scandalo si è scatenata una riflessione sul fatto che Hollande non sia stato sincero e che ha mentito su tutta la vicenda.
C’è attesa per oggi, quando il presidente francese nell’ambito della sua visita a Tulle nel dipartimento della Corrèze terrà un discorso alle 15h30. Sui media francese non si parla di altro e pare che ci siano già una decina di giornalista delle principali testate estere come BBC e il New York Times che sono in attesa di sentire Hollande.

“L’affaire Gayet” o “Gayet Gate” è diventato un caso satirico in Francia: numerosi comici hanno creato personaggi e “muppet” e hanno contribuito a colorire la vicenda.
Su Canal+ si parla di “un ménage a tre” mentre la marionetta di un magistrato che si occupa del caso afferma di “rifiutare l’eutanasia per Valérie, richiesta da Hollande”. Un’altra marionetta che rappresenta Nicolas Sarkozy invece esclama: “Caspita! Evidentemente Hollande mi ha lanciato una sfida con la Gayet, rilancio con Angelina Jolie”.

Sui media però vengono ripresi anche i commenti delle testate estere e negli Stati Uniti all’indomani dello scandalo si sono susseguiti articoli che hanno riportato la vicenda con tanto di sondaggi: il thinktank Pew Research ha citato un suo sondaggio effettuato nella primavera del 2013 su come in 39 paesi sono percepite le relazione extraconiugale e risulta che la Francia è il solo paese dove solo il 50% delle persone pensa che l’infedeltà è inaccettabile a fronte di un 47% che ritiene cher non sia un problema morale.
Una tolleranza che registra uno scarto significativo con i restanti paesi dove si registra una media del 79% delle persone che ritengono inaccettabile l’infedeltà. Negli Stati Uniti la media è dell’84%.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Ancora rivelazioni su Closer: Hollande e la Gayet “una relazione che va avanti da due anni”