Berlusconi – Renzi, Vendola: “Non si firmano patti con il Diavolo”

Nichi Vendola (Getty Images)

Nicola Vendola, Governatore della Regione Puglia e leader di Sel, in una intervista a Quotidiano Nazionale ha commentato così l’incontro tra Berlusconi e Renzi: “Non credo che Renzi e Berlusconi abbiano sottoscritto patti d’acciaio. Ma se fosse, sarebbe un patto con il diavolo e a Renzi consiglierei di proteggersi il collo da un Berlusconi che ogni volta che ha abbracciato il suo avversario lo ha poi morso sul collo”.

Vendola ha chiarito che “se bisogna impedire una sorta di diritto di veto da parte delle minoranze bisogna anche impedire che venga esercitato un veto sul diritto di esistenza delle minoranze.
A Renzi – continua Vendola – raccomando saggezza. Il rischio del trappolone, per il Paese e non solo per noi, c’è. L’eliminazione delle forze più piccole non è solo una lesione del diritto alla rappresentanza, ma una scelta pericolosa perché spesso quelle minoranze drenano consenso che potrebbe altrimenti finire alle forze populiste”.

Per il leader di Sel “se dobbiamo tenere in equilibrio l’esigenza della governabilità e quella dei diritti democratici il Mattarellum è la scelta migliore. Scegliere vie avventurose non potrebbe che produrre l’ennesimo pasticcio all’italiana”.

Redazione online