Polizia davanti all'abitazione degli orrori a Germantown, Maryland (screen shot youtube)

E’ una notizia raccapricciante e terrificante quella che ci giunge dalla cittadina di Germantown nel Maryland (Stati Uniti) dove nella notte tra giovedì e venerdì scorso, una donna che aveva quattro figli, ha ucciso a coltellate durante un rito di esorcismo due dei suoi figli: Norell Harris di un anno e sua sorella Zyana Harris di due anni.
Gli altri due, Taniya Harris, una bambina di 5 anni e suo fratello Martello Harris di 8 anni sono stati ricoverati con ferite gravi.

Secondo quanto riporta l’Ansa, solo venerdì gli agenti della polizia hanno scoperto il duplice omicidio della donna, Zakieya L. Avery, di 28 anni e di origine afroamericana.
La donna è stata arrestata dalla Polizia con l’accusa di omicidio multiplo aggravato.

In base alle ricostruzioni fornite dalla Cnn, una seconda donna, Monifa Denise Sanford, che è stata ricoverata dopo l’esorcismo è stata anche lei imputata del duplice omicidio. Secondo la polizia, la donna non sarebbe legata alla famiglia ma vivrebbe nello stesso appartamento.

La polizia ha detto di aver trovato i bambini venerdì mattina, giungendo sul posto dopo la segnalazione di un vicino che avrebbe visto dei movimenti sospetti: una macchina con una porta aperta, un bambino incustodito all’interno dell’automobile con un coltello al suo fianco.

In base alle modalità dell’efferato crimine gli investigatori si sono subito orientati sulla pista dell’esorcismo.

“Prima che arrivassero le forze dell’ordine, le due donne sono uscite dalla casa e hanno recuperato il bambino che era rimasto nell’auto” ha raccontato il vicino che ha chiamato la polizia.

Redazione