Gayet gate: prima visita di Hollande all’estero senza la sua compagna Trierweiler

Valérie Trierweiler e Julie Gayet (Getty images)

Il presidente francese François Hollande nella sua prima visita ufficiale all’estero dopo le rivelazioni sulla relazione con l’attrice Julie Gayet, nel corso di una conferenza stampa all’Aia alla presenza del premier olandese Mark Rutte ha risposto alla domanda di un giornalista che gli ha chiesto se “Valérie Trierweiler è ancora la première dame”.

“Valérie Trierweiler sta meglio e si riposa nella residenza della Lanterna a Versailles. Non ho ulteriori commenti da fare” ha poi aggiunto Hollande che per la prima volta si è recato all’estero senza la sua compagna per un importante appuntamento in Olanda.
Infatti, come riporta l’Ansa, quella di Hollande è la prima visita di un presidente francese in Olanda dopo 14 anni. Il presidente francese ha preso parte da solo al pranzo ufficiale offerto dal re Guglielmo Alessandro, al quale anche le première dame sono tradizionalmente invitate.

Intanto, si apprende che Valérie uscita dall’opedale sabato scorso si è rifugiata nella residenza presidenziale di Versailles, La Lanterne. Tanto che sui media è esplosa la polemica sul fatto che la Trierweiler, compagna e non moglie ufficiale di Hollande, sia nella residenza presidenziale a spese dei contribuenti francesi.

Ma sui media, la curiosità “voyeurista” non si placa. Catherine Schwaab, vicedirettore della rivista settimanale Paris Match, per la quale lavora la stessa Trierweiler, s’interroga su dove andrà a vivere Valérie in quanto l’appartamento nel 15esimo arrondissement di Parigi, doveva viveva con François Hollande è intestato al presidente francese.

Nell’editoriale intitolato “La settimana in cui la sua vita è crollata”, il vicedirettore di Paris Match scrive che Valérie resterà ancora per qualche giorno a La Lanterna ma, “in attesa di cosa? E’ tutto qui il problema”, sottolinea la rivista spiegando che Valérie ha bisogno “di tempo, anni, per incassare lo choc più violento della sua vita: il tradimento di colui che è stato il suo compagno per 8 anni. E peggio: leggere sulla stampa che la storia con Julie Gayet è cominciata prima della sua elezione… Valérie oscilla tra la depressione e la rabbia”, conclude l’editoriale.

Ma in difesa della Trierweiler sono scese in campo anche due ex Première Dame: Cécilia Attias e Carla Bruni rispettivamente seconda e terza moglie dell’ex presidente Nicolas Sarkozy.

L’ex top model Carla Bruni in un’intervista rilasciata al settimanale tedesco Welt am Sonntag ha condannato “l’accanimento mediatico”: “L’ho vissuto anch’io, ne ho sofferto abbastanza”.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Gayet Gate. Valerie Trierweiler esce dall’ospedale
Usa, l’Economist gioca sul “Gayet Gate”: relazione immaginaria tra Obama e l’attrice Aniston