Kyenge: Resisto per il mio percorso personale di sofferenza e lavoro duro

Kyenge (Getty Images)

Nel corso di un convegno con ospite Cecile Kyenge ha provocato, a Saronn (provincia di Varese), nuove contestazioni da parte della Lega Nord. Mentre alcuni attivisti locali del Carroccio protestavano fuori dalla sede dell’incontro tra la ministra ed alcuni studenti, Kyenge ha risposto alle domande rivoltegli dal moderatore del dibattito, Gad Lerner, ed ha parlato nuovamente degli insulti a lei rivolti da quando ha acquisito la posizione governativa.

“La mia resistenza si spiega anche con un percorso personale, di sofferenza e lavoro duro e alcuni momenti umiliazione. Ma ho sempre creduto nella non violenza, nel fatto di poter trasmettere messaggi educativi”, ha affermato la ministra all’Integrazione. “Il mio percorso è stato molto duro, e non solo per gli attacchi che già ricevevo. Ricordo il giorno in cui ero senza casa in un paese straniero da sola, sapendo che non avevo nulla da mangiare. Quando penso a quello che ho passato non vorrei che qualcun altro lo vivesse”, ha continuato.

 

Redazione online