Letta a “Otto e mezzo”: si iniziano a vedere i risultati del mio governo

Premier Enrico Letta (Getty images)

 

 

Il premier Enrico Letta, in studio a La 7 durante la trasmissione “Otto e mezzo”, ha ammesso le difficoltà incontrate inizialmente dal suo governo, ma ora non accetta di sentir parlare solo di fallimenti: “Cito tre dati: si è fermata la recessione, è ripartito il fatturato industriale e il debito cala. Inoltre, 40mila persone hanno trovato lavoro grazie ai nostri incentivi“.

Incalzato, inevitabilmente, sul segretario del Pd Renzi, che al momento sembra essere il suo principale interlocutore, il Presidente del Consiglio si è detto soddisfatto del dialogo in corso sulle riforme costituzionali: “L’iniziativa di Renzi su legge elettorale e bicameralismo è assolutamente positiva. Se va avanti – e io la sostengo e dobbiamo tutti sostenerla – è una cosa assolutamente positiva. Penso che in Parlamento se c’è un accordo largo alcuni aspetti si possono modificare, bisogna che i cittadini si sentano più partecipi nella scelta dei parlamentari, ma è giusto che la legge elettorale sia fatta non solo dalla maggioranza di governo”.

Sulle prospettive ed eventuali provvedimenti che il suo governo potrà varare in futuro, Letta riporta in campo un tema che aveva temporaneamente accantonato: “Alcune cose mi piacerebbe farle meglio, penso al conflitto di interessi che quando Berlusconi sosteneva il governo era più difficile da fare”. L’ostacolo più grande su questo tema potrebbe essere Angelino Alfano tra gli alleati di governo, ma sul dialogo con il suo vice, Letta ha risposto: “Sarà uno dei punti che discuteremo nelle prossime settimane, ma, ovviamente, il tema non è punitivo nei confronti di nessuno”.

Il premier non vorrebbe forzare il dibattito sul rimpasto: “Discuteremo con i partiti un programma di governo, dopodiché alcune di queste discussioni possono portare a un miglioramento, a nuovi ingressi. Il governo funziona bene così com’è, poi: si può migliorare? Certo, ne parleremo con chi sostiene il governo in parlamento”.

 

Redazione