Udienza di Hollande in Vaticano: 35 minuti di colloquio con Papa Francesco

Il presidente francese François Hollande in udienza con Papa Francesco (Getty images)

Si è terminata da poco l’udienza tra il presidente francese François Hollande e Papa Francesco nello studio del Palazzo apostolico nella Biblioteca papale del Vaticano.
Hollande è arrivato alle 9h36 all’aeroporto militare di Ciampino con un Falcon dell’Aeronautica Militare francese.
Hollando è stato accolto nel cortile San Damaso da monsignor Georg Gaenswein, della Casa pontificia che gli ha dato un “”Bienvenu au Vatican”, in francese.

Il colloquio è durato per circa 35 minuti e dopo il tradizionale scambio di doni il papa e il presidente francese si sono dati una calorosa stretta di mano.
Hollande ha poi lasciato l’appartamento pontificio alle 11,14.

“Questo è anche il suo patrono” ha detto scherzosamente il Papa ad Hollande che ha donato al Santo Padre un libro su San Francesco d’Assisi.
Il Papa Francesco ha ricambiato donando le medaglie del pontificato.

Nel salutare la delegazione, tra cui faceva parte anche il ministro degli Interni, Manuel Valls, come riporta l’Ansa, il papa ha abbracciato con calore padre Georges Vandenbeusch, il religioso francese rapito in Camerun e rilasciato lo scorso dicembre: “Sono felicissimo”, ha commentato il Papa.

Il presidente che è alla sua quarta visita a Roma per la prima volta si reca in visita nella Santa Sede: come riporta l’Ansa, Hollande, dopo le elezioni del 2012, avrebbe rimandato l’appuntamento non solo per ragioni di calendario ma anche a causa delle dimissioni dell’ultimo pontefice, Benedetto XVI.

Un incontro che giunge all’indomani dello scandalo rosa che ha investito la vita privata di Hollande.
Nell’udienza con il Papa sono stati affrontati con molte probabilità temi di politica internazionale. Ma secondo l’Eliseo, lo scopo della visita, mira anche a sancire una tregua tra il governo socialista e gli ambienti cattolici d’oltralpe che hanno duramente criticato alcuni provvedimenti del presidente: tra cui il matrimonio gay, l’aborto facile, ma anche il dibattito sull’eutanasia.

Secondo quanto si apprende, dopo l’udienza in Vaticano, contrariamente a quanto fatto nel 2007 dal suo predecessore, Nicolas Sarkozy, non si recherà a San Giovanni in Laterano per essere insignito del titolo di “canonico d’onore” che spetta ai presidenti francesi.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Hollande a Roma: esplode bomba rudimentale nel centro storico.