Francia, disordini a Parigi: protesta degli estremisti di destra contro Hollande

Raduno estrema destra a Parigi (screen shot sito web www.lefigaro.fr)

Alcuni movimenti riconducibili alla destra ed estrema destra in Francia si sono radunati a Parigi per una protesta organizzata dal collettivo “Giornata della rabbia”, contro il presidente francese François Hollande e le sue politiche progressiste, come i matrimoni gay, e il governo definito una “dittatura socialista”, accusando i media di essere dei collaboratori.

Profittando di un periodo di debolezza del presidente emerso dallo scandalo rosa, la destra è scesa in piazza sotto la pioggia battente per chiedere le dimissioni del presidente. Né il Front National di Marine Le Pen né la principale associazione che ha guidato il movimento contro le nozze omosessuale, “Manif pour tous” hanno però aderito alla protesta.

Secondo la polizia, ieri, 17 mila manifestanti hanno percorso le strade del centro di Parigi, dalla Bastiglia a Les Invalides.
Ma per gli organizzatori, le persone che hanno aderito alla manifestazione erano 120mila: tra questi, cattolici integralisti contrari ai matrimoni gay, tradizionalisti, attivisti di estrema destra, anti-europeisti e fan del comico accusato di antisemitismo, Dieudonné.

Al termine del corteo, verso le 18h30 all’altezza des Invalides, si sono registrati degli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine che hanno dovuto usare i lacrimogeni per disperdere i giovani che hanno lanciato bottiglie e petardi contro gli agenti.

In tutto si contano 250 arresti e 19 agenti feriti, tra i quali uno è grave in quanto è stato colpito alla mascella da una pietra del selciato.

Tra le persone che sono state fermate anche una decina di militanti del gruppo femminista Femen che hanno protestato a seno nudo contro i dimostranti, definendoli “fascisti”.

Il ministro dell’Interno, Manuel Valls ha condannato le violenze contro le forze dell’ordine provocate da individui e gruppi formati dalla destra all’estrema destra con “il solo scopo di creare disordini”.

Come riporta il quotidiano Le Monde, per le organizzazioni, questa manifestazione voleva essere un’anteprima al raduno atteso per il 2 febbraio.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Hollande-Trierweiler, l’Eliseo annuncia la separazione
Hollande in conferenza stampa in Vaticano. Sintonia con Papa Francesco
Dietrofront di Dieudonné: dopo le polemiche, il comico rinuncia al suo spettacolo