Legge elettorale, Grasso: alzare soglia premio maggioranza

Pietro Grasso (Foto: ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Il presidente del Senato Pietro Grasso, intervenendo ieri sera alla trasmissione di Fazio “Che tempo che fa”, ha auspicato che nella nuova legge elettorale venga alzata la soglia per ottenere il premio di maggioranza: “Penserei a un aumento della soglia per accedere al premio di maggioranza, il 40% sarebbe meglio in rispetto della sentenza” della Corte Costituzionale, ovvero quella che ha dichiarato incostituzionale il cosiddetto Porcellum, l’attuale legge elettorale, proprio per via dell’eccessivo premio di maggioranza.

Il testo della nuova legge elettorale, scaturita dall’accordo tra Berlusconi e Renzi e ribattezzata da quest’ultimo “Italicum”, è in discussione alla Commissione Affari Costituzionali della Camera. La bozza prevede un premio di maggioranza del 18% al partito o alla coalizione che raggiunga il 35% dei voti. Qualora nessuna forza politica ottenga questa percentuale, il progetto prevede un secondo turno di ballottaggio.

In merito alla discussa questione delle preferenze, di cui questi giorni si fa un gran parlare, Grasso ha affermato: “Le preferenze hanno elementi positivi e negativi. Aumentano il costo della politica, quindi possono portare alle tangenti e alle pressioni. Il fatto di avere delle liste con pochi candidati, con le primarie, può dare comunque rappresentatività al territorio”.

Il presidente del Senato è in ogni caso fiducioso che la nuova legge elettorale venga approvata: “Si è fatto un grosso passo avanti. Intanto abbiamo un testo e una disponibilità a discutere su vari temi”, ha concluso.

Redazione